(VIDEO) Conferenza del Presidente dell’Ecuador Rafael Correa a Milano

a cura di Davide Matrone (Quitolatino)

Il Presidente dell'Ecuador Rafael Correa all'Università degli Studi di Milano_ 15 nov. 2012

Il Presidente dell’Ecuador Rafael Correa all’Università degli Studi di Milano 15 nov. 2012

Dal pubblico prima dell’intervento :”Viva l’Ecuador”, applauso

Signor Marcelo Fontanesi, rettore dell’Università degli studi di Milano Bicoccia, non so se si pronuncia cosi….(risate dal pubblico) Bicocca. C’è la traduzione simultanea vero?

Devo chiedere scusa ai traduttori perché io sono il torturatore dei traduttori perché parlo troppo rapido per questo spero che mi possano seguire e se parlo rapidamente mi fate un segno non molto volgare se è possibile (risate dal pubblico).

Bene, signori funzionari di questa università, rappresentanti accademici, delegati dell’Ecuador e soprattutto a voi cari studenti, vedo tra l’altro molti connazionali presenti (applausi dal pubblico).

Prima di tutto vi rivolgo le mie scuse per i 35 minuti di ritardo che abbiamo avuto. Siamo venuti direttamente dall’aeroporto. E’ sempre faticoso programmare tutto in poco tempo e basta che ci sia il vento contrario per avere ritardi cosi lunghi. Spero che questo non contribuisca all’immagine dell’impuntualità del latinoamericano (risate dal pubblico). La rivoluzione che si vive in Ecuador è anche la rivoluzione della puntualità. Se voi andate lì e c’è una cerimonia alle 10 della mattina a quell’ora comincerà. Quindi anche in questo senso stiamo rompendo con queste brutte abitudini e ora stiamo rompendo con lo stereotipo che ha lo straniero sulla puntualità latinoamericana.

In secondo luogo vorrei dirvi che per me è un piacere essere qui. Come diceva il Rettore nella sua presentazione, io vengo dall’Università come professore più come Presidente. Tutte le volte che ritorno all’Università realmente si rinnova l’alma, si riempe il cuore d’energia. La politica è molto dura e c’è una grande contraddizione rispetto a questo mondo. Mentre nell’Università firmare qualcosa non fatto personalmente da voi è la cosa peggiore che possa succedere, in politica invece questo aspetto è qualcosa di quotidiano.

Mentre per l’Università il peccato capitale è non dire la verità, in politica a volte il peccato capitale è dire la verità. Per questo motivio siamo dei politici molto atipici perché diciamo sempre la verità. Speriamo di dire anche la verità di quello che ha vissuto l’Ecuador e di molte cose che si sono superate e che probabilmente ora sta vivendo l’Europa.

Non vogliamo ovviamente entrare nelle vicende interene della politica nazionale Italiana, della Spagna o quella dell’UE però crediamo che l’esperieza sulla crisi, sul debito, di come l’abbiamo affrontato e di quello che ha vissuto il sud america può essere per i tempi attuali importante per l’Europa.

Prima di cominciare con la mie esposizione, vorrei farvi un caldo invito affinché veniate a visitare l’Ecuador. Un paese meraviglioso come l’Italia. Probabilmente l’Ecuador ha molto da offrire in quanto a bellezze naturali, invece l’Italia ha molto da offrire in quanto a storia, a cultura. Il suo patrimonio è di tutta l’umanità e come non menzionare Firenze, Venezia, la stessa Milano con il suo Duomo, le città di Brescia e di Bergamo che molte volte non appaiono nemmeno nelle guide turistiche. La città di Concesio in provincia di Bergamo dove è nato Paolo VI e la stessa Bergamo con il suo bellissimo centro storico e se non mi sbaglio è la stessa città che ha dato i natali a Papa Giovanni XXIII se la memoria non mi manca.

Dal pubblico :”si, si”

E’ che l’alzaimer non mi ha colpito totalmente. (risate dal pubblico).

L’Ecuador ha delle meraviglie da offrire. Per esempio è un paese multiculturale e plurinazionale. Abbiamo 14 nazionalità indigene. Abbiamo 4 regioni naturali totalmente differenti : la Costa, l’Amazzonia, la Sierra e le Isole Galapagos uniche nel mondo. Questo ci permette e vi permette in 7 giorni di visitare tutta l’America Latina, le montagne, le spiagge e l’amazzonia nella Metà del mondo. Noi abbiamo molta attenzione a curare questa natura perché l’Ecuador inoltre è un paese mega diverso, ma è il paese più compatto di tutti i paesi mega diversi della Terra in appena 256.000 km quadrati.

Yasuni in Ecuador

Yasuni in Ecuador

In Ecuador potete trovare molte cose per esempio: siamo primi al mondo come numero di vertebrati, il terzo paese per la presenza di anfibi, il quarto al mondo per la presenza di uccelli ed il quinto per la varietà di farfalle. Non voglio stancarvi e annoiarvi con questa lunga lista e tutto questo nel secondo paese più piccolo dell’America del Sud però nello stesso tempo questo è un vantaggio perché è tutto a portata di mano.

Come già detto, abbiamo molta attenzione nel curare la nostra biodiversità, per questo che il 22% del nostro territorio è rappresentato da parchi e riserve naturali. Inoltre abbiamo città molto belle come Quito e Cuenca che sono patrimonio culturale dell’umanità dichiarate dall’UNESCO. Quindi per tutti voi c’è questa opportunità di godere di queste bontà, della nostra gastronomia e dell’amabilità della nostra gente.

Il debito

Ora andiamo a parlare un pò della storia del debito ecuadoriano e magari vi serva per trarre delle conclusioni in merito alla crisi che sta vivendo l’Italia e tutta l’Europa, ovviamente con le dovute differenze del caso.

Già nel 1927, cari giovani, Alexander Sax sviluppò il concetto di debito ingiusto o debito odioso e la caratterizzava in base a tre condizioni

1_il Governo riceve e approva un prestito senza riconoscimento dei cittadini, questo è quello che è accaduto in America Latina. Il grave problema del debito negli anni ’80 fu il frutto dell’indebitamento aggressivo degli anni ’70 realizzato dalle dittature miitari.

2_ Il prestito si realizza per attività non utili per il popolo come nel caso dell’aquisto di armamenti.

3_ Colui che presta conosce tale situazione però non gli importa, cioè che ci sono responsabilità nel ricevere il prestito come di restituirlo.

La stessa Spagna che fa parte fu creditrice nel 1898, all’idomani della guerra Hispano – Americana, quando gli USA proposero che Cuba non pagasse il debito alla Spagna perché considerato un debito ingiusto. Nel 1948 dopo la II guerra mondiale, e questo è importante, la Germania fu il paese che decise di non pagare gran parte del suo debito in base alla nuova Riforma monetaria post – guerra.

Nel marzo 2003, dopo l’invasione dell’Iraq da parte degli USA appoggiata in quel caso dall’Europa, il Segretario del Tesoro degli USA convocò i suoi omologhi del G8, (i paesi più potenti del mondo) per dichiarare il debito dell’Iraq come un debito ingiusto con la proposta di condonare l’80% del suo debito.

Dunque in questo senso una corrente importante del pensiero economico latinoamericano mondiale ha sviluppato il concetto di debito illegittimo il quale è servito di appoggio per sviluppare una politica economica, come nel caso dell’Ecuador, che vogliamo condividere con voi.

Il Generale Eloy Alfaro Delgado

Il Generale Eloy Alfaro Delgado

L’Ecuador, come molti paesi del Sud America, è nato indebitato. Il Generale Eloy Alfaro Delgado lider della Rivoluzione Liberale che si realizzò alla fine del 1800 in Ecuador qualificò come debito gordiano il debito inglese, il debito dell’Indipendenza. L’Inghilterra finanziò l’indipendenza dei paesi latinoamericani, che erano colonie spagnole, perché si trovava in guerra contro la Spagna. Questo debito si è finito di pagare solo all’inizio degli anni ’70. Però nel 1896 il Generale Alfaro impose una sospensione unilaterale del debito fino a quando non si fosse ottenuta una riparazione equitativa e oneroso con i titolari di bonus. La storia del debito estero, che si è convertito in bedito eterno, continuò ne tempo ed insisto questo debito dell’indipendenzia si è estinto solo negli anni ’70 e l’Ecuador ha conseguito la sua indipendenza nel 1830.

cotinua…..

L’intervento del Presidente della Repubblica dell’Ecuador all’Università degli studi di Milano Bicocca. Traduzione in Italiano 1 PARTE…

Lascia un commento

1 Commento

  1. Attendo con piacere la pubblicazione della seconda parte. Grazie per il vostro lavoro di traduzione.

    "Mi piace"

    Rispondi

Spam e commenti che non apportano alcuna informazione utile non sono ammessi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

"En Tiempos de Guarimba"

Conoce a quienes te quieren dirigir

La Covacha Roja

Donde encontramos ideas avanzadas

Pensamiento Nuestro Americano

Articulando Luchas, Cultivando Resistencias

RE-EVOLUCIÓN

Combatiendo al neofascismo internacional

Comitè Antiimperialista

Contra les agressions imperialistes i amb la lluita dels pobles per la seva sobirania

SLAVYANGRAD.es

Nuestra ira no tiene limites. (c) V. M. Molotov

Gli Appunti del Paz83

Internet non accende le rivoluzioni, ma aiuta a vincerle - Il Blog di Matteo Castellani Tarabini

Sociología crítica

Articulos y textos para debate y análisis de la realidad social

Hugo Chavez Front - Canada

Get to know what's really going on in Venezuela

Revista Nuestra América

Análisis, política y cultura

Avanzada Popular

Colectivo Avanzada Popular

Leonardo Boff

O site recolhe artigos e a obra do teólogo, filósofo, escritor e professor Leonardo Boff

Vientos del Este

Actualidad, cultura, historia y curiosidades sobre Europa del Este

My Blog

Just another WordPress.com site

Festival delle idee politiche

Rassegna annuale di teorie politiche e pratiche della partecipazione civile

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Miradas desde Nuestra América

Otro Mundo es Posible, Necesario, Urgente. Desde la provincia chilena

Como te iba contando

Bla bla bla bla...

Coordinadora Simón Bolívar

¡Bolívar vive la lucha sigue!

LaDu

Laboratorio di Degustazione Urbana

il Blog di Daniele Barbieri & altr*

"Per conquistare un futuro bisogna prima sognarlo" (Marge Piercy)

KFA Italia - notizie e attività

notizie dalla Corea Popolare e dalla Korean Friendship Association

KFA Euskal Herria

Korearekiko Laguntasun Elkartea | Korean Friendship Association

ULTIMOTEATRO.PRODUZIONIINCIVILI

Nuova Drammaturgia del Contemporaneo

Sociales en PDF

Libro de sociales en formato digital.

matricola7047

Notes de lectura i altres informacions del seminari sobre el Quaderns de la Presó d'Antonio Gramsci ( Associació Cultural Espai Marx)

Centro Cultural Tina Modotti Caracas

Promoción de la cultura y arte Hispanoamericana e Italiana. Enseñanza y educaciòn.

Racconti di quasi amore

a costo di apparire ridicolo

Ex UAGDC

Documentazioni "Un altro genere di comunicazione"

JoséPulido

La página del escritor venezolano

Donne in rosso

foglio dell'ADoC (Assemblea delle donne comuniste)

Conferenza Mondiale delle Donne - Caracas 2011

Just another WordPress.com site

tarot Co_creador

donde las líneas de la vida y el alma convergen

NapoliNoWar

(sito momentaneamente inattivo)

Sonia Serravalli - Opere, biografia e altro

Se non vedi i miracoli, non significa che non esistano

rivoluzionando

La Rivoluzione del Popolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: