La sconfitta dei mercenari a Cuba: Playa Girón

Fidel Castro alla guida delle operazioni militari

Fidel Castro alla guida delle operazioni militari

da mesaredonda.cubadebate.cu

Il piano d’invasione armata fu approvato dal presidente statunitense Dwight D. Eisenhower, che il 17 marzo 1960 dispose il reclutamento di mercenari d’origine cubana, incaricati dello sbarco presso la provincia occidentale di Matanzas.

Secondo i documenti storici, ad ogni mercenario furono offerti 225 dollari al mese, più 50 per il primo figlio e 25 per i restanti. In totale, vennero inizialmente stanziati 4,4 milioni dollari, una cifra che venne poi incrementata.

La CIA istituì 13 campi di addestramento disseminati in Guatemala, Nicaragua, Stati Uniti e presso le basi militari statunitensi in Puerto Rico e nella zona del Canale di Panama.

Dopo le elezioni negli Stati Uniti, il 18 Novembre 1960, la CIA illustrò i dettagli del piano al Presidente eletto John F. Kennedy, che diede la sua approvazione.

Il 15 aprile 1961, mentre il raggruppamento navale mercenario navigava verso Cuba scortato da navi della Marina Militare statunitense, otto bombardieri B-26 recanti le insegne della forza aerea cubana bombardarono due basi dell’aviazione e un aeroporto civile.

In seguito ai funerali delle vittime dell’attacco, fu proclamato il carattere socialista della Rivoluzione e decretato lo stato di allerta da combattimento per il paese.

In questa data, ogni anno, viene celebrato il ‘Día del Miliciano’.

Venne intensificato il sostegno ai gruppi mercenari presenti in Florida, incaricati delle azioni terroristiche contro Cuba e scatenata una forte campagna mediatica il cui obiettivo era quello di giustificare la futura aggressione diretta.

Furono demonizzate quelle misure rivoluzionarie adottate per recare beneficio al popolo, come la riforma agraria che consegnò la terra ai contadini, o la riforma urbana, che liquidava gli sfruttatori del bisogno popolare di alloggi.

Gli Stati Uniti utilizzarono tutto il proprio poderoso apparato propagandistico per convincere il mondo, attraverso notizie false, dell’esistenza di una ribellione interna del popolo cubano e dell’appoggio ad un fantomatico ‘governo in esilio’ composto da politici tradizionali e corrotti.

Lo sbarco a Cuba della Brigata 2506 ebbe inizio il 17 di aprile. Era composta da 500 mila uomini armati, carri armati e artiglieria. Con caratteristiche simili alle unità anfibie d’assalto degli Stati Uniti d’America.

Le Forze cubane erano formate da combattenti dell’Esercito Ribelle e della Polizia Nazionale Rivoluzionaria, ma per la maggior parte si trattava di militanti volontari dotati di poca o addirittura nessuna esperienza di combattimento.

Guidate personalmente dal leader della Rivoluzione, Fidel Castro, le truppe cubane non diedero tregua al nemico e alle 17.30 ora locale del 19 di aprile, l’invasione fu soffocata.

Guarda la fotogallery

[Trad. dal castigliano per ALBAinformazione di Fabrizio Verde]

 

Altri mercenari nordamericani identificati a Donetsk

da al-Manar

Le società militari private statunitensi continuano a sostenere il regime di Kiev, ha scritto, oggi, il quotidiano Nezavisimaya Gazeta.

Il Quotidiano di Berlino Bild ha rimesso questo tema all’ordine del giorno, dopo essere stato il primo a rivelare la partecipazione di 400 mercenari della società americana Academi alle operazioni militari in Ucraina.

Nuove rivelazioni suggeriscono la natura e la portata delle attività di queste società, che utilizzano il dipartimento di Stato, il Pentagono e altre agenzie americane nelle loro operazioni estere.

Attualmente l’azienda privata – o meglio il servizio di sicurezza – Academi, è guidata dal generale in pensione Craig Nixon.

Quest’ultimo è un esperto in operazioni speciali, essendo stato operativo a Panama, in Somalia, Bosnia e Erzegovina, Afghanistan e Iraq.

Nel consiglio di sorveglianza della società ci sono, inoltre, l’ex segretario della Giustizia dell’amministrazione di George W. Bush, John Ashcroft, l’ ex Ammiraglio Bobby Inman e l’ ex consulente legale della Casa Bianca Jack Regina. Oltre a vari personaggi vicini al Pentagono e ai repubblicani.

Academi, che ha sede a McLean (Virginia), è un vero e proprio consorzio. Il suo fatturato annuo supera il miliardo di dollari. Ha tre campi in North Carolina, Connecticut e California per addestrare combattenti.

Secondo Academi, i clienti sono i governi e le istituzioni private, e la società invia in missione fino a 20.000 persone all’anno.

Informazioni sulla presenza di mercenari in Ucraina è stato rivelato attraverso una fuga di notizie. Inizialmente, Bild ha fatto riferimento alle informazioni ricevute dal BND – i servizi segreti tedeschi – dalla CIA e trasmesse in una riunione a porte chiuse nell’ufficio del cancelliere Angela Merkel.

È evidente che le interferenze militari di tali forze diverge con la linea di Berlino che sostiene i negoziati nella crisi ucraina.

Sarebbe stato troppo rischioso per il quotidiano inventare scoop sui mercenari, soprattutto perché è stata presa senza esitazione da altri media.

Questa rivelazione certamente ha allarmato Academi. Poche ore dopo la pubblicazione dell’articolo di Bild, il Vice Presidente di Academi Susan Kelly, capo della “iniziative strategiche” ha inviato una smentita al sito Zeit Online.

Secondo Kelly, gli uomini della sua azienda non sono presenti in Ucraina e inviarli in loco non è ij programma.

Ma a parte le fonti di informazioni di cui la stampa è in possesso, ci sono anche prove video.

Il britannico Daily Mail ha intervistato, a Londra, l’esperto dell’ Istituto di Studi Politici, Nafiz Amad, sulla possibilità di dedurre da questi video se vi siano soldati mercenari americani.

«Risulta difficile da dire, ma è sicuramente possibile», ha dichiarato l’esperto. Sulla possibilità che possa essere materiale della propaganda russa, ha spiegato: «L’uniforme è quella di mercenari americani e gli uomini sui video non sembrano russi».

[Trad. dal francese per ALBAinformazione di Francesco Guadagni]

"En Tiempos de Guarimba"

Conoce a quienes te quieren dirigir

La Covacha Roja

Donde encontramos ideas avanzadas

Pensamiento Nuestro Americano

Articulando Luchas, Cultivando Resistencias

RE-EVOLUCIÓN

Combatiendo al neofascismo internacional

Comitè Antiimperialista

Contra les agressions imperialistes i amb la lluita dels pobles per la seva sobirania

SLAVYANGRAD.es

Nuestra ira no tiene limites. (c) V. M. Molotov

Gli Appunti del Paz83

Internet non accende le rivoluzioni, ma aiuta a vincerle - Il Blog di Matteo Castellani Tarabini

Sociología crítica

Articulos y textos para debate y análisis de la realidad social

Hugo Chavez Front - Canada

Get to know what's really going on in Venezuela

Revista Nuestra América

Análisis, política y cultura

Avanzada Popular

Colectivo Avanzada Popular

Leonardo Boff

O site recolhe os artigos que escrevo semanalmente e de alguns outros que considero notáveis.Os temas são ética,ecologia,política e espiritualidade.

Vientos del Este

Actualidad, cultura, historia y curiosidades sobre Europa del Este

My Blog

Just another WordPress.com site

Festival delle idee politiche

Rassegna annuale di teorie politiche e pratiche della partecipazione civile

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Miradas desde Nuestra América

Otro Mundo es Posible, Necesario, Urgente. Desde la provincia chilena

Como te iba contando

Bla bla bla bla...

Coordinadora Simón Bolívar

¡Bolívar vive la lucha sigue!

LaDu

Laboratorio di Degustazione Urbana

il Blog di Daniele Barbieri & altr*

"Per conquistare un futuro bisogna prima sognarlo" (Marge Piercy)

KFA Italia - notizie e attività

notizie dalla Corea Popolare e dalla Korean Friendship Association

KFA Euskal Herria

Korearekiko Laguntasun Elkartea | Korean Friendship Association

ULTIMOTEATRO.PRODUZIONIINCIVILI

Nuova Drammaturgia del Contemporaneo

Sociales en PDF

Libro de sociales en formato digital.

matricola7047

Notes de lectura i altres informacions del seminari sobre el Quaderns de la Presó d'Antonio Gramsci ( Associació Cultural Espai Marx)

Centro Cultural Tina Modotti Caracas

Promoción de la cultura y arte Hispanoamericana e Italiana. Enseñanza y educaciòn.

Racconti di quasi amore

a costo di apparire ridicolo

Ex UAGDC

Documentazioni "Un altro genere di comunicazione"

Esercizi spirituali per signorine

per un'educazione di sani principi e insane fini

JoséPulido

La página del escritor venezolano

Donne in rosso

foglio dell'ADoC (Assemblea delle donne comuniste)

Conferenza Mondiale delle Donne - Caracas 2011

Just another WordPress.com site

críticaypunto

expresamos la verdad

NapoliNoWar

(sito momentaneamente inattivo)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: