Milano 6gen2020: Presidio Consolato USA “Giù le mani dall’Iran”

(FOTO) Roma, non si ferma la solidarietà all’Ucraina Antifascista

di Francesco Guadagni

Ieri pomeriggio, si è svolta a Roma, nei pressi dell’Ambasciata dell’Ucraina, un’altra manifestazione a sostegno dell’Ucraina Antifascista e in solidarietà alle vittime del pogrom fascista alla Casa del Sindacato di Odessa, dello 2 maggio scorso.

Il presidio, organizzato dal giornalista Giulietto Chiesa, ha visto la partecipazione di esponenti dei vari partiti comunisti e di gruppi di militanti antimperialisti, antifascisti e del movimento pacifista, provenienti da altre città italiane.

Presente una nutrita delegazione di cittadini ucraini. L’evento è stato coperto dalle principali Tv russe. Molto consistente la presenza delle “forze dell’ordine” che, senza troppi fronzoli, hanno ripreso con le telecamere i partecipanti al Sit–in. Da sottolineare, un nota di colore nel presidio. Quale colore, lo decidete voi. Parlo della presenza – a dir poco surreale – del segretario dei trotzkisti italiani, Marco Ferrando, accompagnato da 2 baldi ottuagenari, “armati” di bandiera. Non contenti, fra l’indifferenza e lo stupore dei partecipanti, hanno distribuito un volantino. La mia lettura si è soffermata su 2 passaggi. Il primo, il numero dei compagni ucraini uccisi a Odessa, secondo i trotzkisti, solo 38! In realtà quasi 200! Il secondo sottolineava, più o meno, il solito ritornello, non estraneo anche a qualche altro compagno: “Non siamo dalla parte dell’imperialismo russo…”. Ecco, quindi, che non ho resistito dal prendere il volantino, appallottolarlo e gettarlo nell’apposito contenitore differenziato della carta.

Il presidio è stato pacifico, esclusa una provocazione di un funzionario dell’ambasciata ucraina che, dal drappello dei carabinieri, con “molto coraggio”, ha cominciato ad urlare “Free Ukraine”. Non è mancata però la risposta “verbale” di tutti i compagni presenti.

I promotori dell’iniziativa avrebbero voluto depositare davanti all’ambasciata dei fiori per le vittime dei fascisti in Ucraina. I carabinieri per le solite “disposizioni dall’alto” non lo hanno concesso. I fiori sono stati deposti sulla linea di demarcazione delle forze dell’ordine. Inoltre, è stato rispettato un minuto di silenzio per le vittime del fascismo in Ucraina, terminato al canto di “Bella Ciao” e “Fischia il vento”, cantata in lingua russa dalle compagne ucraine.

(FOTO) Napoli con l’Ucraina Antifascista

di Francesco Guadagni

9mag2014, Giornata della Vittoria.- Profondamente sdegnati ed offesi per il massacro fascista avvenuto nella Casa dei Lavoratori di Odessa e per le menzogne diffuse dalla stampa italiana ed estera, che hanno addirittura accusato i “filorussi” della strage, gli antifascisti e gli antimperialisti di Napoli, in soli 3 giorni, hanno tempestivamente organizzato, ieri mattina, un presidio al Consolato ucraino, per protestare contro le ingerenze criminali della UE e della NATO in Ucraina.

Il Presidio, al quale hanno preso parte più di 50 persone, è stato organizzato dall’Associazione “ALBA – per l’amicizia e la solidarietà dei popoli”, al quale hanno preso parte aderenti al Partito Comunista (PC), il Partito dei Comitati di Appoggio alla Resistenza – per il Comunismo (P-CARC), attivisti Pro-Palestina, come il BDS Campania, movimento di boicottaggio, disinvestimento e sanzioni ad Israele ed altri attivisti sensibili alle battaglie antimperialiste, antifasciste e per la pace.

I partecipanti si sono riuniti dietro lo striscione composto dalla bandiera della Marina Militare sovietica e la scritta: “Con l’Ucraina Antifascista! Contro l’Imperialismo Usa, Nato e UE. Per la Pace, La Fratellanza e la Autodeterminazione dei Popoli”.

Durante il presidio sono state esposte le foto del massacro di Odessa. Alla Manifestazione erano presenti le bandiere della Palestina, della Repubblica Araba di Siria e del Venezuela Bolivariano, per sottolineare l’attacco dell’Imperialismo contro i Paesi sovrani non allineati ai loro diktat.

Molto importante la presenza di cittadini ucraini al Presidio. Tatiana, una ragazza originaria di Odessa, ha dichiarato: «Ho apprezzato la manifestazione perché mi ha fatto capire che l’Ucraina antifascista non è sola! Che ci sono persone che lottano per la verità e non sono indifferenti come spesso accade in Europa!» Ed ha aggiunto: «Io ho partecipato in quanto di origine ucraine di Odessa e dopo la strage nella mia città non potevo stare zitta! Anzi questa manifestazione mi ha dato la forza di raccontare la verità su ciò che sta succedendo in Ucraina! Ho partecipato per me, per mio marito per i miei parenti, amici e per gli Ucraini del Sud e dell’Est che in questo momento stanno lottando per i propri diritti!».

Nonostante le autorità di Polizia Italiane non avessero gradito la manifestazione, anteponendo problemi di ordine pubblico per la presenza di cittadini “Pro Maidan” al consolato, quasi volendo vietare l’esposizione di bandiere o striscioni che potessero “offenderli”, il sit-in si è svolto in maniera pacifica, coinvolgendo italiani, ucraini e cittadini di altre nazionalità.

Il movimento napoletano antifascista e antimperialista continuerà la mobilitazione per l’Ucraina Antifascista anche in altre città italiane. Martedì prossimo sarà presente a Roma ad un presidio davanti alla sede dell’Unione Europea.

"En Tiempos de Guarimba"

Conoce a quienes te quieren dirigir

La Covacha Roja

Donde encontramos ideas avanzadas

Pensamiento Nuestro Americano

Articulando Luchas, Cultivando Resistencias

RE-EVOLUCIÓN

Combatiendo al neofascismo internacional

Comitè Antiimperialista

Contra les agressions imperialistes i amb la lluita dels pobles per la seva sobirania

SLAVYANGRAD.es

Nuestra ira no tiene limites. (c) V. M. Molotov

Gli Appunti del Paz83

Internet non accende le rivoluzioni, ma aiuta a vincerle - Il Blog di Matteo Castellani Tarabini

Sociología crítica

Articulos y textos para debate y análisis de la realidad social

Hugo Chavez Front - Canada

Get to know what's really going on in Venezuela

Revista Nuestra América

Análisis, política y cultura

Avanzada Popular

Colectivo Avanzada Popular

Leonardo Boff

O site recolhe os artigos que escrevo semanalmente e de alguns outros que considero notáveis.Os temas são ética,ecologia,política e espiritualidade.

Vientos del Este

Actualidad, cultura, historia y curiosidades sobre Europa del Este

My Blog

Just another WordPress.com site

Festival delle idee politiche

Rassegna annuale di teorie politiche e pratiche della partecipazione civile

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

Miradas desde Nuestra América

Otro Mundo es Posible, Necesario, Urgente. Desde la provincia chilena

Como te iba contando

Bla bla bla bla...

Coordinadora Simón Bolívar

¡Bolívar vive la lucha sigue!

LaDu

Laboratorio di Degustazione Urbana

il Blog di Daniele Barbieri & altr*

"Per conquistare un futuro bisogna prima sognarlo" (Marge Piercy)

KFA Italia - notizie e attività

notizie dalla Corea Popolare e dalla Korean Friendship Association

KFA Euskal Herria

Korearekiko Laguntasun Elkartea | Korean Friendship Association

ULTIMOTEATRO.PRODUZIONIINCIVILI

Nuova Drammaturgia del Contemporaneo

Sociales en PDF

Libro de sociales en formato digital.

matricola7047

Notes de lectura i altres informacions del seminari sobre el Quaderns de la Presó d'Antonio Gramsci ( Associació Cultural Espai Marx)

Centro Cultural Tina Modotti Caracas

Promoción de la cultura y arte Hispanoamericana e Italiana. Enseñanza y educaciòn.

Racconti di quasi amore

a costo di apparire ridicolo

Ex UAGDC

Documentazioni "Un altro genere di comunicazione"

Esercizi spirituali per signorine

per un'educazione di sani principi e insane fini

JoséPulido

La página del escritor venezolano

Donne in rosso

foglio dell'ADoC (Assemblea delle donne comuniste)

Conferenza Mondiale delle Donne - Caracas 2011

Just another WordPress.com site

críticaypunto

expresamos la verdad

NapoliNoWar

(sito momentaneamente inattivo)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: